Italiano
English
Deutsche
Français

 

corsi primo soccorso_Fotolia_56975636_XS.jpgCORSI DI PRIMO SOCCORSO

La gestione del primo soccorso
Il D.Lgs. 81/08, pena sanzioni severe, prevede l’obbligo a carico del datore di lavoro, di designare e formare, per mezzo di personale medico, gli addetti alla gestione delle emergenze anche mediante la frequentazione, da parte del lavoratore, del corso di Primo Soccorso aziendale.
 
Il D.M. 388, e a cui fa rimando l’Art. 45 del D.Lgs. 81/2008, prevede infatti che il lavoratore designato come addetto al Primo Soccorso frequenti un corso di Primo Soccorso.

SAE, che da anni si occupa di sicurezza, in questa occasione vi propone i corsi di formazione a norma di legge fornendovi tutte le informazioni per l’adeguamento al D.M. 388.

Adempimenti relativi al pronto soccorso
Il datore di lavoro, sentito il medico competente ove previsto, identifica la categoria di appartenenza della propria azienda od unità produttiva tenendo presente l’attività a rischio più elevato.


OBBLIGO DI FORMAZIONE
Il corso è svolto in ottemperanza al D.Lgs 81/08 e all'articolo 3 del D.M. della Salute 388/2003.

DESTINATARI
Addetti al pronto soccorso, designati ai sensi dell’Art. 45 del D.Lgs. 81/08

OBBLIGO DI AGGIORNAMENTO
La formazione dei lavoratori designati, ai sensi dell'articolo 3 comma 5 del D.M. della Salute 388/2003, andrà ripetuta con periodicità triennale almeno per quanto attiene alla capacità di intervento pratico.

CORPO DOCENTI
La formazione dei lavoratori è svolta da personale medico.

Le aziende sono state suddivise in tre gruppi in base ai fattori di rischio, al numero di lavoratori occupati ed alla tipologia di attività svolta ed a ogni gruppo è stata associata una specifica cassetta del pronto soccorso ed un corso di pronto soccorso appropriato.

Scopri a quale gruppo corrisponde la tua attività:

  • Aziende o unità produttive con attività industriali soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica di cui all’art. 2 D.Lgs. 334 del 17/8/1999, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari nucleari, aziende estrattive o attività minerarie, lavori in sotterraneo, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni.

  • Aziende o unità produttive con oltre 5 lavoratori appartenenti o riconducibili a gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a 4.

  • Aziende o unità produttive con oltre 5 lavoratori a tempo indeterminato del comparto agricoltura
  • Aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A
    Aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A

    Programma dei corsi:

    1 giornata
    (6 ore gruppo A, 4 ore gruppi B e C)

    ALLERTARE IL SISTEMA DI SOCCORSO

    • Cause e circostanze dell’infortunio (luogo dell’infortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati,...)
    • Comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai Servizi di assistenza sanitaria d’emergenza

    RICONOSCERE UN'EMERGENZA SANITARIA

    • Scena dell’infortuni
      - raccolta delle informazioni
      - previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili
    • Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato:
      - funzioni vitali (polso, pressione, respiro)
      - stato di coscienza
      - ipotermia e ipertermia
      continua...

    2 giornata
    (4 ore gruppi A, B e C)

    ACQUISIRE CONOSCENZE GENERALI SUI TRAUMI IN AMBIENTE DI LAVORO

    • Cenni di anatomia dello scheletro
    • Lussazioni, fratture e complicanze,
    • Traumi e lesioni cranio-encefalici e della colonna vertebrale
    • Traumi e lesioni toraco-addominali.

    ACQUISIRE CONOSCENZE GENERALI SULLE PATOLOGIE SPECIFICHE IN AMBIENTE DI LAVORO

    • Lesioni da freddo e da calore
    • Lesioni da corrente elettrica
    • Lesioni da agenti chimici
    • Intossicazioni
    • Ferite lacero contuse
    • Emorragie esterne

    3 giornata
    (6 ore gruppo A, 4 ore gruppi B e C)

    ACQUISIRE CAPACITA' D'INTERVENTO PRATICO

    • Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N
    • Tecniche di primo soccorso nelle sindromi celebrali acute
    • Tecniche di primo soccorso nella sindrome di insufficienza respiratoria acuta
    • Tecniche di rianimazione cardiopolmonare
    • Tecniche di tamponamento emorragico
    • Tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato
    • Tecniche di primo soccorso in casi di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici

     

    Questo sito fa uso di cookie tecnici e analitici per una tua migliore esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito, accetti la nostra policy di uso dei cookie. Leggi la Cookie Policy